Come vi abbiamo già riportato in altri articoli, il Samsung Galaxy S7 è sicuramente uno degli smartphone più attesi di questo 2016 e, salvo cambiamenti in corso d’opera, dovrebbe vedere la luce il 21 febbraio per poi arrivare sul mercato durante la prima settimana di marzo.

Evan Blass, noto sul web come @evleaksha rilanciato un'indiscrezione secondo la quale il Galaxy S7 avrà un prezzo di listino superiore a quello attuale del Galaxy S6  a causa della presenza di uno scanner dell'iride che, essendo una tecnologia nuova per il settore dei dispositivi mobili, farà inevitabilmente lievitare il costo del prossimo top gamma dell'azienda coreana.

Render Galaxy S7 realizzato da 3D Future
Render Galaxy S7 realizzato da 3D Future

Non è chiaro quale sarà l'implementazione di questo scanner, visto che comunque sarà presente anche il lettore di impronte digitali sul tasto home, anche se alcuni ne ipotizzano l'utilizzo abbinato a Samsung Pay, il sistema di pagamento mobile sviluppato da Samsung e che verrà attivato proprio questo mese a partire dalla Cina.
In ogni caso, facendo due conti, è molto probabile che la versione da 32 GB di memoria del Galaxy S7 parta da un prezzo di listino superiore agli 800 euro, facendo schizzare a prezzi elevati le versioni con memoria superiore e le versioni "edge".

Una scelta che, se fosse confermata, potrebbe davvero essere difficile da far accettare al mercato, e del resto Samsung pare essere pronta ad un'accoglienza fredda per il Galaxy S7: l'azienda ha infatti previsto una prima produzione di appena 5 milioni di unità, di cui 3,3 milioni per la versione "flat" e 1,7 milioni per la versione "edge".
Numeri sicuramente contenuti, che probabilmente certificano la volontà di Samsung di rendere il proprio top gamma sempre più di elite, seguendo un po' il modello di business proposto da Apple.