Una ricerca della società specializzata Forrester
Research
ha messo in luce che gli SMS saranno uno dei mezzi più importanti
per fare pubblicità nel prossimo futuro. In particolare ad essere soppiantate
completamente dai messaggi saranno le campagne pubblicitarie via e-mail, viste
in passato come la vera novità del mercato pubblicitario, i cui effetti, in
realtà, non sono stati molto soddisfacenti.

Lo studio di Forrester Research ha dimostrato come
il 21% degli aderenti alla Federation of European Direct Marketing (FEDMA) abbia
usato occasionalmente l’SMS come veicolo pubblicitario ed il 12% abbia condotto
delle campagne di prova per testare il mezzo. Solo il 5% degli intervistati,
però, ha in programma delle campagne via SMS per il 2003, destinando il 7% del
proprio budget monetario.

Tutto sommato le campagne via SMS sono abbastanza
economiche per i risultati che riescono a conseguire, nonostante ciò le società
sono ancora scettiche sul loro utilizzo. In particolar modo il fallimento dell’e-mail
ha portato molte aziende a chiedersi dell’effettiva efficacia dei nuovi mezzi
di comunicazione per le campagne marketing. In particolare, a destare preoccupazione,
è la possibilità di ledere la privacy degli utenti, che hanno già più volte
lamentato la crescente invadenza della pubblicità via SMS. Obiettivo finale
sarebbe unire le campagne pubblicitarie presenti in tutti i vari mezzi di comunicazione,
in modo da interfacciarle completamente con gli SMS e donare così un minimo
di interattività alla pubblicità stessa, rendendo nuovo un format ormai trito
e ritrito.