Un gruppo di produttori di cellulari, operatori di rete e formatori ha preso un impegno per migliorare le performance ambientali degli apparecchi e sensibilizzare i consumatori alle attività di riciclo e recupero.
Il gruppo è composto da Nokia, Motorola, Panasonic Mobile Communications, France Telecom/Orange, Vodafone, TeliaSonera AB, Intel, Epson, Spansion e Umicore, nonché alcuni esperti ambientali del WWF, dell’Istituto per l’Ambiente finlandese, del Ministero dell’Ambiente inglese, Alimentazione e Affari Rurali, e dell’Organizzazione europea dei Consumatori.
Tra le iniziative che saranno prese: eliminare l’uso di alcuni materiali nocivi, diminuire il consumo energetico degli apparecchi, aumentare la quantità di telefoni recuperati attraverso programmi di restituzione e riciclo e fornire ai consumatori più informazioni di carattere ambientale sui prodotti.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum