La nuova classifica Forbes sui più ricchi del mondo non vede grosse sorprese, ma una volta di più conferma quanto l’innovazione abbia rappresentato in tutto e per tutto la grande ricchezza di questi ultimi anni. La top 10 dei “Paperoni” del mondo, infatti, vede in gran parte persone che nell’innovazione tecnologica hanno attinto a piene mani, riscrivendo i propri rispettivi mercati e mettendo così assieme fortune incredibili.

Forbes, classifica 2021

Queste le 10 persone più ricche del mondo (ancora una volta, tutti uomini):

  1. Jeff Bezos (Amazon)
  2. Elon Musk (Tesla)
  3. Bernard Arnault (LVMH)
  4. Bill Gates (Microsoft)
  5. Mark Zuckerberg (Facebook)
  6. Warren Buffet
  7. Larry Ellison (Oracle)
  8. Larry Page (Google)
  9. Sergey Brin (Google)
  10. Mukesh Ambani (Reliance Industries Limited)

Nelle mani di Bezos c’è ora un capitale da 177 miliardi di dollari (+64 in un anno grazie alle azioni Amazon); Musk arriva poco oltre 150 miliardi, 124 dei quali messi assieme nell’ultimo anno; Bill Gates, presenza storica di questa classifica, è forte di un capitale da 124 miliardi; Zuckerberg vede crescere del 40% la sua fortuna, arrivando a sfiorare i 100 miliardi.

Ciò che più fa riflettere è come nel 2020, l’anno della pandemia globale, il patrimonio complessivo dei miliardari della classifica Forbes sia arrivato a 13.000 miliardi di dollari, ossia 8 mila miliardi in più rispetto a un anno fa.

Ci sono ben 493 nomi nuovi in lista – un altro record -, vale a dire un nuovo miliardario ogni 17 ore. Tra questi, 210 vengono dalla Cina o da Hong Kong, 98 dagli Stati Uniti. […] Altri nuovi ingressi degni di nota sono quelli del produttore di film e programmi televisivi Tyler Perry, della co-fondatrice della app di incontri Bumble, Whitney Wolfe Herd, e dell’europeo Guillaume Pousaz, fondatore della società di pagamenti Checkout.com. Altre 250 persone che erano uscite dalla lista in passato sono ricomparse. È incredibile notare come, tutto considerato, l’86% dei miliardari sia più ricco di un anno fa.

La ricchezza del mondo, insomma, è andata a concentrarsi sempre di più nelle mani di poche persone, fenomenologia nota ormai da tempo e che avrà inevitabili ripercussioni sociali di lungo periodo. In molti casi la ricchezza è arrivata grazie a quotazioni azionarie cresciute a dismisura (vedi il caso Elon Musk) o tramite l’incredibile ascesa delle criptovalute, fenomenologie che potrebbero rendere estremamente instabile la classifica Forbes degli anni a venire.