Motivato dalla grande opportunità di potenziare gli attuali servizi ai clienti, quasi un terzo dei più grandi istituti finanziari del mondo ha in programma di lanciare i servizi di mobile banking nei prossimi 12-24 mesi: è quanto emerge da un recente sondaggio commissionato da Sybase 365, leader mondiale nei servizi di messaggistica mobile.

Il sondaggio, condotto dalla società di ricerca indipendente Loudhouse, ha rilevato le opinioni di 92 tra i più importanti istituti finanziari del mondo (32 banche europee, 30 banche statunitensi e 30 della regione Asia-Pacifico).
Dai risultati emerge che il 66% delle banche considera il mobile banking un’ottima opportunità di potenziamento del servizio clienti esistente. La fornitura di tali servizi è molto avanzata in Europa e Asia Pacifico rispetto agli Stati Uniti, dove però è prevista una crescita maggiore dato che il 53% delle banche intervistate prevede di lanciare servizi di mobile banking entro i prossimi 24 mesi.

“I fattori più importanti alla base dell’offerta di mobile banking da parte degli istituti finanziari non sono solo commerciali, come la riduzione dei costi o il raggiungimento di ricavi” ha commentato Matthew Talbot, Vice Presidente mCommerce di Sybase 365. “Il mobile banking fornisce opportunità uniche di interazione e fidelizzazione dei clienti”.

Questo momento positivo dovrebbe essere incoraggiante anche per gli utenti intervistati nel 2007 da Sybase 365 nel corso di un sondaggio sul mobile banking, il 33% dei quali aveva dichiarato di voler gestire le proprie finanze in qualsiasi momento. Un elemento che contribuisce fortemente all’aumento dell’adozione, come emerge dallo studio del 2007 sugli utenti, è il livello di conoscenza che i clienti hanno dei servizi di mobile banking. A quanto pare, le banche stanno rispondendo alla mancanza di conoscenza percepita dagli utenti e il 65% degli istituti di credito che attualmente offrono servizi mobili afferma che i piani strategici per il 2008 comprendono budget e attività di marketing finalizzate a un aumento del livello di informazione.

Tra i servizi più diffusi attualmente disponibili rientrano: saldi a richiesta (offerto dall’87% delle banche che propongono servizi di mobile banking), notifiche sulle transazioni (77%), bonifici (74%) e notifiche sul saldo (71%). Tra le ragioni principali che le hanno spinte a offrire questi servizi, le banche indicano il miglioramento dell’esperienza dei clienti (87%), l’ampliamento dell’Internet banking (81%) e una maggiore competitività (71%).