Il successo del Mobile Gaming potrà passare anche attraverso i nuovi giochi educativi. Ad affermarlo è una ricerca dell’associazione britannica Learning and Skills Development Agency (LSDA). Imparare giocando sarà una delle massime del futuro prossimo della comunicazione mobile.

La lingua e la matematica le prime materie da trattare dei futuri servizi di m-learning (Insegnamento Mobile). I nuovi giochi educativi insegneranno a parlare meglio, ad utilizzare un vocabolario più ampio ed arricchire le conoscenze, soprattutto di quella fascia di giovani che sono grandi utilizzatori dei telefonini. Le più interessate ad imparare giocando sono le ragazze tra i 16 ed i 19 anni ed i giovani sotto i 24 anni. Le attività che vorrebbero vedere svolte giocando con il cellulare sono l’aumentare delle capacità linguistiche, il 49%, e delle capacità matematiche, il 44%. I contenuti dei giochi dovranno essere ben calibrati, in modo tale da risultare appetibili ed interessanti.

Si deve tenere conto che la stragrande maggioranza dei giovani e dei giovanissimi possiede un telefonino e di questi il 94% lo usa per mandare messaggi e ben il 50% per giocare, con una media di circa mezz’ora al giorno di gioco. Il progetto di m-learning continuerà fino al prossimo settembre 2004, momento nel quale si tireranno le somme dello studio e si svilupperanno i primi dispositivi atti a questo tipo di attività.