Presto anche i computer di Apple, noti per l’originalità
del design e per le straordinarie prestazioni, potranno collegarsi ad un telefono
cellulare per trasmettere informazioni.

Willem Poterman, uno dei manager della filiale
europea di Apple, ha reso noti i risultati di un progetto di collaborazione
con Nokia ed Ericsson durato un anno intero, che porterà ad aprile alla
commercializzazione di nuovi computer portatili in grado di dialogare con i
più recenti telefoni cellulari, grazie ad una connessione ad infrarossi
basata sul diffusissimo protocollo IrDA.

Le novità per gli utenti Apple non si fermano
qui, l’azienda norvegese Viventus è pronta al lancio di un modulo WAP
per i diffusissimo programma FileMaker Pro, che permetterà di convertire
le informazioni nel formato WML (Wireless Markup Language), in modo da essere
visualizzate sui telefoni cellulari dell’ultima generazione.

Entro pochi mesi dovrebbero arrivare poi alcune
interessanti schede per il supporto Bluetooth, il nuovo protocollo per la trasmissione
delle informazioni tramite onde radio. Non si tratterà in questo caso
di prodotti realizzati direttamente da Apple, che da tempo è impegnata
allo sviluppo di Airport, una tecnologia analoga ma con specifiche tecniche
superiori.