La cinese Huawei ha reso noto i dati relativi alle spedizioni di smartphone a livello globale nel corso del terzo trimestre del 2014, mostrando risultati particolarmente positivi.

Sono infatti 16.8 milioni i device spediti in tutto il mondo, registrando un +23% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

A dimostrazione dell’interesse da parte di Huawei di non collocarsi solamente nella fascia di mercato costituita dai prodotti entry-level, il 26% degli smartphone venduti sono di fascia medio-alta (+10% rispetto al terzo trimestre 2013).

Kevin Tao

A livello regionale, Huawei ottiene ottimi risultati in modo particolare nel Medio Oriente ed in Africa, dove le spedizioni sono incrementate del +322% rispetto al Q3 2013. La crescita in Cina è stata del +18%, in America Latina del +51% e nell’Asia Pacifica del +98%.

A contribuire fortemente alla crescita nelle spedizioni di smartphone Huawei è sicuramente il modello Ascend Mate 7, presentato nel corso dell’IFA 2014 di Berlino e venduto in un solo mese in un milione di unità.

Ma l’espansione di Huawei non si ferma qui: secondo quanto dichiarato dal management aziendale nel corso della European Partner Convention di Düsseldorf e riportato da adnkronos, infatti, Huawei ha intenzione di aumentare gli approvvigionamenti in Europa entro il 2015 effettuando acquisti diretti per circa 4.08 miliardi di dollari, contro i 3.4 miliardi del 2013.

Nei prossimi cinque anni l’azienda precede inoltre di assumere circa 5.500 nuovi collaboratori, mentre entro il 2017 raddoppierà gli addetti alla ricerca e sviluppo. Attualmente, Huawei conta 7.700 dipendenti in Europa in 17 centri di R&S, 6 centri di competenza, 8 centri di formazione, 2 centri di assistenza tecnica e 6 centri operativi di rete.

"L’Europa è la principale regione in cui intendiamo continuare a investire. Il solido ecosistema di partner che vi abbiamo costruito contribuisce a far sì che tali investimenti garantiscano una crescita sostenibile sia all'economia locale che alla nostra azienda", ha affermato il Presidente di Huawei per l’Europa Occidentale Kevin Tao.

Kevin Tao
Kevin Tao