La ricarica rapida rappresenta senza dubbio una delle novità più interessanti degli ultimi anni relative alla batteria degli smartphone, la cui autonomia rappresenta sempre più una problematica per gli utenti. Lo sa bene Huawei che, dopo aver visto i competitor introdurre diverse tecnologie di ricarica rapida, ha deciso di depositare un brevetto chiamato "SuperCharge", che consetirà all’azienda cinese di mettersi al passo degli altri colossi del settore in questo ambito.

La batteria integrata del Huawei Mate 8
La batteria integrata del Huawei Mate 8

Occorre sottolineare che Huawei, in occasione della cinquantaseiesima edizione della manifestazione Battery Symposium in Giappone, aveva dato una dimostrazione di questa tecnologia SuperCharge ricaricado una batteria da 3.000 mAh da 0% al 48% in appena 5 minuti. Il risultato aveva stupito un po' tutti gli addetti ai lavori e faceva presagire un lavoro sotto traccia svolto dall'azienda cinese, che evidentemente si era resa conto della mancanza della ricarica rapida nei propri terminali, soprattutto in relazione ai top gamma.

Adesso sarà molto interessante capire con quali tempistiche Huawei introdurrà concretamente sul mercato questa SuperCharge, tenendo presente che durante l'IFA di Berlino l'azienda cinese dovrebbe lanciare il nuovo Mate S2. Non è dunque escluso che questo nuovo dispositivo possa essere il primo ad integrare la nuova tecnologia, consentendo dunque a Huawei di colmare anche quest'ultima "lacuna" rispetto ai principali competitor, con uno sguardo particolare rivolto a Samsung.