I display del produttore cinese BOE sono stati scelti da Huawei per il suo prossimo smartphone di fascia alta, vale a dire il Mate 40. La versione più potente del terminale, il Mate 40 Pro, avrà come fornitori ufficiali tre aziende: Samsung Display, LG Display e la suddetta BOE.

Mate 40 e Mate 40 Pro: chi fornirà i display

La tecnologia di visualizzazione OLED on-cell di BOE sembra aver raggiunto i leader di mercato – Samsung Display e LG Display -, dato che il colosso cinese Huawei ha scelto la sua soluzione per gli imminenti Mate 40 e Mate 40 Pro.
BOE, infatti, sarà il fornitore esclusivo per il modello “vanilla”, mentre il Mate 40 Pro riceverà i suoi display da tre fonti, vale a dire la cinese BOE e le sudcoreane Samsung e LG.

Nonostante BOE non sia l’unica azienda cinese a realizzare pannelli OLED on-cell (vi sono anche CSOT e Visionox), resta l’unica ad essere nelle grazie di clienti molto importanti: infatti, oltre ad Huawei, Samsung le potrebbe affidare la produzione degli schermi OLED dei suoi futuri Galaxy.

Come suggerisce il nome, i display on-cell hanno un livello di touch molto sensibile ed incorporato nello stesso pannello di visualizzazione (la tecnologia precedente richiedeva l’installazione di uno strato tattile separato). Questa struttura va a conferire allo schermo proprietà ottiche e meccaniche più elevate, per non parlare del fatto che risulta più sottile ed economica. Ma non è tutto oro quello che luccica, dato che restano in piedi alcune problematiche che portano altri produttori di display come BOE ad allungare i tempi di immissione (e successo) nel mercato.

Nell’attesa di avere maggiori delucidazioni, ricordiamo che – stando ad un rumor di due giorni fa – la serie Huawei Mate 40 avrà uno schermo curvo, specifica che troveremo per la prima volta in un terminale del colosso cinese.

Fonte:Huaweicentral