Gli ultimi risultati fiscali, relativi all’anno 2015, hanno confermato gli ottimi progressi che il produttore cinese Huawei è riuscito a fare nel corso degli ultimi anni. Huawei ha registrato il miglior tasso di crescita dei ricavi dal 2008 ad oggi, frutto del potenziamento della rete 4G cinese e delle ottime vendite di smartphone in tutto il mondo.

Nel corso del 2015 l’azienda cinese ha incrementato i ricavi del 37 percento, arrivando a 395 miliardi di yuan (circa 53,6 miliardi di euro), appena al di sopra delle previsioni annuali (390 miliardi di yuan). Per il 2016 Huawei prevede un aumento delle entrate pari a 75 miliardi di dollari, con un tasso di crescita che dovrebbe attestarsi al 23 percento, di cui 30 miliardi di dollari provenienti dal settore consumer.

Risultati fiscali Huawei
Risultati fiscali Huawei

La crescita nel settore consumer dovrebbe subire un rallentamento, passando dal 73 percento del 2015 al 51 percento del 2016.

Nel 2015 l’azienda di Shenzhen è diventata il primo produttore di dispositivi mobili cinese, con circa 100 milioni di smartphone spediti ed una crescita del 44 percento. L’utile netto è aumentato del 32 percento, passando da 27,9 miliardi di yuan (circa 3,8 miliardi di euro) del 2014 a 36,9 miliardi di yuan (circa 5 miliardi di euro) nel 2015.  

Crescite importanti anche per quanto riguarda il settore business, in cui l’azienda svedese Ericsson rappresenta il principale competitor. I ricavi sono aumentati del 21,4 percento nel 2015, rappresentando il 59 percento delle entrate totali.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum