HTC ha intenzioni serie riguardo la realtà virtuale. La stampa taiwanese ha riportato che l’amministratore delegato Cher Wang intende separare la divisione responsabile della realtà virtuale e del dispositivo Vive per creare una realtà a sé stante, ma comunque controllata da HTC.

Le indiscrezioni sono state riportate dal Commercial Times, secondo il quale tale discussioni sono iniziate quando era CEO Peter Chou, ma sono poi state bloccate per ragioni non note. Alla luce di queste indiscrezioni, le azioni di HTC sono salite molto nell’indice Taiwan Stock Exchange e gli analisti sono concordi nell’affermare che un’iniziativa simile da parte della società asiatica sarebbe un importante segnale del suo impegno verso la realtà virtuale.

HTC Vive
HTC Vive

HTC sta puntando molto su Vive, che sarà commercializzato quest’anno, per equilibrare le sue finanze. Il business mobile è in costante calo e nel 2015 ha registrato risultati molto negativi. Se Vive dovesse essere un buon investimento, l’azienda vorrebbe darne risalto separando questa divisione dal resto della società.

AGGIORNAMENTO: La società ha ufficialmente smentito  tale possibilità sottolineando però che "continuerà a sviluppare il prossimo business della realtà virtuale per massimizzarne il valore per gli azionisti".