Un altro produttore cinese si accinge a lanciare sul mercato il suo nuovo flagship smartphone. Stiamo parlando di HomTom e del suo HT10. La scheda tecnica di questo apparecchio non è ancora ufficiale o meglio il produttore non ha ancora comunicato informazioni riguardo l’hardware del device, ma si fanno già alcune ipotesi. Probabilmente l’HT10 avrà un grande schermo da 5,5 pollici (con risoluzione FHD), un processore MediaTek Helio X20, 4GB di RAM e un sensore per la fotocamera posteriore da 21 megapixel.

HomTom HT10
HomTom HT10

L’aspetto più interessante dell’apparecchio, però, sarà un altro: la possibilità di usare la scansione dell’iride per il riconoscimento dell’utente. HomTom parla di una tecnologia di “seconda generazione” – come potete vedere dalle immagini. Il principio di base è che dopo i 2 anni di età l’iride dell’occhio umano non muta, ossia resta pressoché identica, dunque è un ottimo fattore da usare per il riconoscimento dell’utente. La seconda generazione di questa tecnologia, oltre ad effettuare un più rapido riconoscimento (in meno di un secondo), è in grado di funzionare anche in condizioni di illuminazione non ottimale (dunque ha una migliore sensibilità) e permette di essere usata in diverse app e diverse funzioni, quindi non solo per lo sblocco della schermata principale. Questo implica anche che HomTom preferisca avvalersi di questa tecnologia in vece del riconoscimento delle impronte digitali – e difatti dal corpo dell’HT10 mancherebbe proprio il relativo sensore. Le prime immagini di teasing lo confermano.

HomTom HT10 (scansione dell'iride)
HomTom HT10 (scansione dell'iride)

Dagli stessi scatti poi possiamo anche desumere qualche altra informazione, come il bordo metallico intorno al device, il colore bianco del retro e del fronte della scocca e la presenza di un doppio flash a led per la fotocamera posteriore. Ma è tutto ancora da confermare, ovviamente.

HomTom HT10 (scansione dell'iride)
HomTom HT10 (scansione dell'iride)

Sulla data di lancio dell’HomTom H10 non ci sono informazioni, ma non dovrebbe mancare poi molto. Anche del prezzo non sappiamo ancora nulla ma di solito gli apparecchi di questo brand hanno un prezzo alquanto basso rispetto alla concorrenza non-cinese.