"Credo che siamo in grado di sviluppare il miglior elettrodo al mondo". Con queste parole cariche di forti aspettative, il CEO di Hitachi, Yoshito Tsunoda ha commentato l'annuncio di un nuovo brevetto di batteria da parte della farmer giapponese.
Si tratta di una nuova soluzione che sostituisce la grafite con il silicone nei costituenti della batteria, a cui si aggiunge poi una riduzione di un quarto dell'utilizzo del cobalto. Questa nuova composizione da luogo ad una costituenza finale con un minore coefficiente di dilatazione dei materiali; in parole povere si risparmia spazio, che può essere dunque utilizzato per aumentare la capacità della batteria. Risultato finale è un nuovo elettrodo, sempre basato sulla tecnologia agli ioni di litio, che però garantisce una autonomia nell'erogazione di corrente del 20% superiore alle medie attuali.
Questo nuovo brevetto vedrà la sua esplosione sotto forma di una commercializzazione di massa a partire dal 2009; una nota curiosa, e che ben esprime in termini di duttilità l'efficacia della nuova soluzione Hitachi, è quella per cui questo stesso tipo di batteria verrà utilizzata come supporto in potenza ad alcuni modelli di auto ibride.