Chi ha detto che i dispositivi wearable devono avere necessariamente un aspetto da articoli sportivi o da dispositivi hi-tech? La diffusione dei device smart indossabili potrebbe anche passare attraverso un diverso approccio al loro aspetto. Perché no?

Helix Cuff
Helix Cuff

La Ashley Chloe Inc. – giovane società californiana – ha deciso infatti di puntare sul "luxury", ossia su apparecchi indossabili che abbiano l’aspetto di gioielli. Uno dei suoi primi device si chiama Helix Cuff ed è un bracciale che integra un paio di auricolari wireless. Come potete vedere dalla foto, si tratta di un dispositivo in plastica rigida con placche metallizzate color oro che si avvolge intorno al polso. Da chiuso l’aspetto di un vero e proprio bracciale, ma al suo interno nasconde una vera e propria cuffia Bluetooth o meglio un paio di auricolari wireless in-ear (sebbene a loro sia collegato con un filo di 25cm).

Helix Cuff
Helix Cuff

Il sistema che permette alle cuffiette di nascondersi nella struttura è vagamente simile a quello adottato da Huawei per i suoi due primi modelli di Talkband. All’estremità del filo cui sono collegati gli auricolari è presente un piccolo controller touch che integra anche un microfono, dunque questo accessorio può essere usato come companion per lo smartphone, cioè essere strumento per le telefonate, oltre che per l’ascolto della musica. La qualità dell’audio trasmesso via Bluetooth 4.1 è garantita dall’impedenza 32 ohm delle cuffie e dal sistema aptX a bassa latenza.

Helix Cuff
Helix Cuff

L’Helix Cuff è stato lanciato lo scorso maggio ed è già in vendita online, a partire da 159 dollari (circa 150 euro). Cinque sono le combinazioni di colori disponibili: bianco/oro, bianco/argento, nero/oro, nero/argento e rosso/oro. I finanziamenti necessari alla produzione sono stati trovati attraverso una campagna di crowdfunding su Indiegogo. Quella che vedete qui pare sia già la seconda generazione, dunque è probabile che un primo modello abbia avuto un tale successo di vendita da aver spinto la Ashley Chloe Inc. a svilupparne una versione più avanzata. Peraltro pare che abbia ricevuto anche un Innovation Awards durante il CES 2016. Gli ingegneri che l’hanno progettato hanno importanti esperienze alle spalle, avendo lavorato per società come Nokia, Nest, IBM, GoPro e Lenovo (tra le altre).

Helix Cuff (colorazioni)
Helix Cuff (colorazioni)

Intendiamoci, questo bracciale non è propriamente smart – nel senso più stretto del termine – ossia non integra un processore, una RAM, memoria di massa e batteria, ma comunque può essere un buon inizio, qualcosa che può indicare la via ad altri produttori, un esempio di come approcciare, attraverso il design, target diversi che non si limitino ai soli smanettoni o appassionati di High Tech.
Il video che vedete qui sotto è l’intervista che Charbax (Nicholas Charbonnier) ha fatto a due responsabili marketing della Ashley Chloe Inc. durante l’ultimo IDTechEx Show a Santa Clara (California).