Secondo Wang Chenglu, Presidente del dipartimento Consumer Business Software di Huawei e Head of AI, HarmonyOS offrirà un linguaggio unificante per intelligenza, interconnessione e collaborazione di diversi dispositivi. Inoltre, afferma che il sistema operativo verrà installato su ben su 300 milioni di unità di dispositivi quest’anno. Almeno, questo è l’obiettivo di Huawei per il suo software proprietario per il 2021.

HarmonyOS: Huawei è positiva a riguardo

In un recente evento, questo è ciò che ha detto Wang Chenglu:

Vediamo che il settore di Internet mobile, incentrato sui telefoni cellulari, è sotto pressione. Le spedizioni globali di smartphone sono diminuite dal 2018 e diminuiranno di circa il 6% su base annua nel 2020. Allo stesso tempo, i consumatori utilizzano i telefoni cellulari per circa 4-5 ore al giorno. Queste sono le statistiche sull’utilizzo degli smartphone dal 2018. Queste indicano che il settore ha raggiunto un momento critico in cui deve essere trasformato.

Il presidente del colosso della tecnologia cinese crede anche che HarmonyOS possa offrire opportunità per lo sviluppo nel prossimo futuro. Nonostante il ban e le sanzioni degli Stati Uniti, Huawei non ha smesso di investire nel settore di “Ricerca e innovazione”.

Il piano della compagnia è fare in modo che i dispositivi intelligenti degli utenti non siano isolati l’uno dall’altro. L’azienda desidera che tutti i device smart di nuova concezione siano in grado di collaborare in modo efficiente e di dialogare fra loro. Chenglu ha aggiunto infine:

Ad esempio, puoi utilizzare uno smartwatch per determinare determinati scenari critici. Dopo che l’utente si è addormentato, l’orologio rileverà il sonno e farà spegnere automaticamente l’illuminazione. Inoltre, informerà il condizionatore d’aria per regolare automaticamente la temperatura per creare il miglior ambiente in cui dormire. È come avere una domestica premurosa a casa. Inoltre, durante gli esercizi, ogni esercizio è connesso all’altro. I dispositivi intelligenti forniscono consigli scientifici sugli esercizi e analisi complete dei dati in tempo reale, diventando il tuo personal trainer.

Al momento, questo non è possibile perché dispositivi diversi sono dotati di software differenti e ciò rende molto difficoltoso collegarli insieme ed è impossibile parlare di intelligenza artificiale. L’interconnessione di dispositivi intelligenti richiede un linguaggio unificato che consenta ai device di comunicare tra loro. Staremo a vedere, dunque. Le premesse per un 2021 scoppiettante per Huawei ci sono tutte.

Fonte:ITHome