La GSMA ha annunciato la pubblicazione dei suoi Mobile Privacy Principles (principi relativi alla privacy nella telefonia mobile). I principi descrivono il modo in cui la privacy degli utenti della telefonia mobile dovrebbe essere rispettata e protetta quando gli utenti utilizzano applicazioni e servizi che hanno accesso, utilizzano o raccolgono le loro informazioni personali. I principi sono il risultato della stretta collaborazione tra alcuni tra i più importanti operatori di telefonia mobile e del contributo di altri protagonisti del più ampio ecosistema della telefonia mobile.
"La privacy online è una questione importante e di primo piano in tutto il mondo", ha affermato Tom Phillips, direttore affari legali della GSMA. "In molte regioni del mondo la prima esperienza su Internet degli utenti avverrà attraverso il telefono cellulare e riteniamo che sia giusto affrontare le sfide della privacy nella telefonia mobile in anticipo per assicurare la protezione della privacy degli utenti. Accogliamo con piacere le parti coinvolte nella più ampia industria tecnologica interessate a unirsi a noi nel confronto e nella partnership su questo progetto". I Mobile Privacy Principles saranno utilizzati per sviluppare linee guida e codici di condotta più dettagliati per affrontare questioni specifiche riguardanti l’utente, come l'uso di dati personali o dettagli sui luoghi da parte delle applicazioni. Essi spianano la strada per lo sviluppo di modi semplici e chiari tramite i quali gli utenti potranno gestire le proprie informazioni e la propria privacy sui telefoni cellulari. La sfida principale è quella di creare metodi adatti al telefonino che aiutino l'utente a prendere decisioni informate circa la propria privacy.
Uno dei principi fondamentali riguarda "trasparenza e comunicazione", che consiste nell'essere onesti con gli utenti su quali informazioni personali vengono raccolte e perché. I principi affrontano anche questioni quali la necessità di fornire agli utenti il controllo del modo in cui le proprie informazioni personali vengono utilizzate e da chi, e assicurare che solo una minima quantità di dati venga raccolta per un dato servizio e che non vengano conservati più del necessario.
La GSMA sta esaminando con attenzione tali questioni e si sta rivolgendo a tutte le parti coinvolte nel settore in senso lato, per stabilire un consenso diffuso su come assicurare che la privacy degli utenti sia gestita in modo più uniforme tra le diverse applicazioni per telefonino e tra le piattaforme e i servizi pur continuando a sostenere l'innovazione.
Phillips ha proseguito dicendo: "I Mobile Privacy Principles costituiscono un primo passo molto importante, ma occuparsi della privacy nella telefonia mobile è una sfida continua che richiede il sostegno e la collaborazione del più ampio settore Internet, della società civile e dei regolatori, che devono lavorare insieme, se dobbiamo dare agli utenti una reale protezione. Questo è un invito ad agire rivolto a tutto il settore in senso lato".

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum