Il nuovo programma di Groupon richiede una ristrutturazione della forza lavoro. A pochi mesi di distanza dall’annuncio di Groupon To Go, un servizio di distribuzione di cibo e bevande per sfidare Amazon ed eBay, la società ha annunciato che licenzierà 1.100 dipendenti, perlopiù facenti parte del Servizio Clienti. Inoltre, saranno chiuse alcuni sedi nel mondo, come quella in Thailandia e quella in Marocco; comunque principalmente in Asia e in America.

Groupon
Groupon

“Crediamo che per raggiungere l’obiettivo di consolidare ulteriormente la nostra impronta geografica, dobbiamo focalizzare le nostre energie e il nostro denaro su meno paesi”, ha comunicato Rich Williams, COO di Groupon. “Bisogna essere onesti: sono decisioni difficili da prendere, specialmente quando crediamo di essere più forti che mai. Stiamo facendo tutto ciò che possiamo per rendere questa transizione il più agevole possibile, ma non è facile perdere importanti membri della famiglia di Groupon”.

“Eppure – ha proseguito Williams sul blog – come il nostro business si è evoluto da un grande sito di offerte quotidiane gestite a mano a una piattaforma di commercio online vero e proprio, anche il nostro modello operativo deve evolversi”.