Google ha realizzato una campagna pubblicitaria per incentivare il passaggio da iPhone ai nuovi Pixel 3 e Pixel 3 XL. L’intento è quello di mostrare che cambiare sistema operativo è tutt’altro che complicato, soprattutto grazie agli strumenti messi a disposizione per farlo rapidamente.

Google (velatamente) contro Apple

Il colosso di Mountain View ha creato la campagna pubblicitaria dedicata ai nuovi Pixel 3 sulla base di una mini serie composta da tre puntate. Ognuna di queste ha come protagonista un utente che non passa dall’ecosistema iOS a quello Android per tre diversi motivi. Infatti, il titolo della serie è “The unswitchables“, che tradotto significherebbe “coloro che non fanno il passaggio”. Chiaramente, ogni video è un pretesto per mettere in evidenza alcune delle feature dei nuovi smartphone del colosso di Mountain View.

In uno dei video viene evidenziato il motivo principale per il quale lasciare un sistema operativo per l’altro può risultare complesso: il passaggio di tutti i propri dati. La protagonista della clip, una giovane cuoca sempre impegnata, dichiara di non aver tempo da dedicare ad un’operazione che le risulterebbe complicata. Il conduttore, presente in tutti e tre i video, le mostra quanto in realtà sia semplice effettuare il passaggio.

Il secondo episodio si focalizza invece sulla bontà della fotocamera dei nuovi Pixel 3. Il protagonista infatti è restìo a cambiare smartphone, per paura di non trovarne un altro con un comparto fotografico altrettanto performante, almeno fino a quando non ha modo di provare gli smartphone di Google. Infine, il terzo video racconta di una coppia nella quale una delle due donne non cambierebbe mai sistema operativo perché “fedelissima” di Apple. Con una serie di prove, che ruotano intorno ad una giornata di utilizzo del device, la conversione è completata.

Analizzando tutti i tre video, è curioso notare come Google non faccia mai riferimento diretto ad Apple in modo esplicito. Non nomina mai né l’azienda né il termine iPhone. Tuttavia, ci sono chiari riferimenti ai prodotti di Cupertino, come cavetti di tipo Lightning mostrati qua e là ed anche gli stessi melafonini inquadrati più volte. In fondo, non c’è molto da stupirsi, è lo stile di Big G, sottolineato anche grazie all’estrema originalità della campagna promozionale, ben distante dai classici spot pubblicitari.

Fonte: Phonearena