Google Pixel 3 Lite non è ancora ufficiale, ma – proprio com’è accaduto per i fratelli maggiori – sembra che le prima unità del dispositivo circolino già. Le prime immagini del device sono già girate in rete, ma se non fossero abbastanza eccone un altro po’, che ritraggono il device accanto a diversi terminali. Persino un Nokia 3310!

Google Pixel 3 Lite non ha più segreti (o quasi)

Se ancora ci fosse qualche dubbio a proposito del design di Google Pixel 3 Lite, le immagini provenienti dal sito Web russo Wysla sono pronte a chiarirli tutti. Si tratta di diversi scatti che, grazie alla vicinanza del device ad altri smartphone già noti, permettono di capire molto del form factor del futuro medio di gamma di Big G. Nelle foto c’è il primo Pixel, Pixel 3 XL, molti iPhone di diverse generazioni ed anche un Nokia 3310.

Le immagini confermano un design abbastanza simile a quello degli attuali top di gamma Google, con un display  da 5,56″ che assomiglia anche nel rapporto d’aspetto di 18:9 – oltre che nelle dimensioni –  a Pixel 3. Tuttavia, la scheda tecnica del device sarà differente: sarà da medio di gamma, per la precisione. Il suo cuore pulsante dovrebbe essere il SoC Qualcomm Snapdragon 670, anche se ci si aspettati di vedere a bordo Snapdragon 710. Ad ogni modo, la speranza di un colpo di scena c’è sempre. A supporto ci sarebbero 4GB di RAM e 32GB di storage interno. La batteria dovrebbe essere invece da 2916 mAh. Il lettore d’impronte digitali dovrebbe confermarsi sul posteriore anche per questa versione.

Il comparto fotografico dovrebbe invece essere identico, almeno quello principale. La camera dedicata ai selfie invece sarà una sola e non doppia come sui Pixel e Pixel 3 XL. Ad essere differente è anche il materiale che ricopre lo chassis del device, che è in plastica e non in vetro. Fra le differenze considerabili positive c’è invece la presenza del jack audio da 3,5 millimetri, che latita sui flagship.

Ormai mancano poche informazioni per avere un quadro completo di Google Pixel 3 Lite. Fra queste ce n’è una fondamentale: il prezzo. Solo con quest’ultimo dato sarà possibile capire se Big G avrà creato un prodotto in grado di competere con i tanti medio di gamma interessanti che ormai affollano il mercato degli smartphone.

Fonte: Android Headlines