Con l’ultimo aggiornamento di Google Maps si può perfezionare la propria posizione mediante il Liew View AR. Il GPS ci permette di sapere sempre dove ci troviamo, tuttavia delle volte, può essere non efficace al 100%, magari in presenza di fitte aree urbane; Google però ora ha una soluzione.

Google Maps: calibrazione della posizione più efficace

Con la Live View AR, adesso si può determinare la propria posizione in maniera ben più precisa rispetto a prima. Per abilitare tale feature però, ci vuole un po’ di pratica, in quanto tale opzione è nascosta ad una prima occhiata.

Bisogna infatti andare nel menù dove vi è un “punto blu” (manca ancora un nome ufficiale a riguardo) e toccare la propria posizione per visualizzare le varie impostazioni, come la condivisione della posizione stessa, il salvataggio un parcheggio; si può infine, selezionare “Calibra con Live View”.

Se è la prima volta che si usa tale feature, bisogna concedere l’accesso alla fotocamera e sfogliare alcune pagine del tutorial. Se si è già usata la navigazione a piedi AR di Google in precedenza invece, la UI sembrerà familiare ed intuitiva. Basterà muovere il telefono intorno per permettere all’intelligenza artificiale di riconoscere l’ambiente circostante e perfezionare meglio la posizione e continuare con la navigazione.

Segnaliamo che il “raggio” che viene emanato dal punto blu indica la direzione verso cui si è rivolti. Sottolineiamo che l’app necessita di un nuovo supporto ARCore che non tutti i telefoni hanno.

Google Maps: arrivano i semafori

Unitamente a questa novità, Google Maps potrebbe mostrare presto il numero di semafori (e la loro posizione) con un prossimo update. Tale novità sarà fondamentale, soprattutto in tutti quei contesti in cui si è soliti utilizzare il software di BigG alla guida o in mirroring con Android Auto sulla propria vettura. Secondo il portale Droid Life, sembra che Google stia testando tale feature sull’app per smartphone Android.

Fonte:9to5google