Non c’è niente di più fastidioso di quando Google Foto esegue il backup delle cartelle multimediali legate ai servizi di messaggistica istantanea, in particolare la stracolma cartella di WhatsApp. Sembra proprio che a breve potrebbe arrivare una funzione in grado di escludere automaticamente questo tipo di contenuti dal backup automatico.

Google Foto: più ordine nel backup

Alla base di questa decisione ci sarebbe l’elevato traffico di elementi multimediali, proprio attraverso i servizi di messaggistica istantanea, durante l’emergenza sanitaria (e il conseguente lockdown). Non spaventatevi però: se proprio non sarete in grado di resistere alla tentazione di salavare su Google Foto tutte – ma proprio tutte – le immagini ricevute attraverso WhatsApp, Facebook Messenger e altri servizi, potrete comunque riabilitarne il backup automatico. 

La novità è stata scovata all’interno della versione 4.53 dell’applicazione di Google Foto per Android, la lettura del codice è abbastanza chiara. Attualmente, sul Google Play Store, l’ultima versione disponibile – aggiornata al 18 giugno 2020 – è la 4.52.

Siamo certi che questo genere di feature di certo potrà giovare ai più sbadati, che magari le foto dei “buongiornissimo kaffé?!?” non desiderano conservarle per sempre, ma – allo stesso tempo – dimenticano di escludere determinate cartelle dai loro backup automatici di Google Foto. Vi ricordiamo che non si tratta dell’unica novità in arrivo per l’applicazione di gestione delle fotografie, ve ne abbiamo raccontata un’altra solo poche ore fa. Siamo abbastanza sicuri che le feature saranno disponibile sia su Android che su iOS.

Fonte:XDA Developers