Google Cardboard, il visore lanciato da Big G nel 2014, ha di fatto sdoganato presso il grande pubblico il concetto di realtà virtuale, grazie essenzialmente al suo costo irrisorio e alla semplicità costruttiva, sia in termini di materiali (è realizzato in cartone) che in termini di assemblaggio. Si tratta di un gadget che è stato molto apprezzato dagli utenti, tanto da diffondersi in maniera capillare soprattutto tra i possessori di smartphone Android, cosa che ha contribuito a far sviluppare innumerevoli giochi e applicazioni in grado di sfruttare il visore.

Google Cardboard
Google Cardboard

Proprio per tali ragioni, Google deve aver pensato che fosse arrivato il momento di far evolvere la propria creatura e, secondo una recente indiscrezione, pare che abbia avviato un progetto volto a realizzare una nuova versione di Google Cardboard, questa volta realizzata in plastica e dotata di sensori e chip integrati che inevitabilmente miglioreranno l’esperienza di realtà virtuale. Tutto questo comporterà un inevitabile aumento dei costi (soprattutto per il prezzo finale al pubblico), ma è evidente che Big G sia convinta che l'ecosistema che si è sviluppato attorno a Cardboard sia sufficientemente maturo per attirare gli utenti prescindendo dal costo del visore.

Salvo clamorose sorprese, dovremo attendere il prossimo Google I/O di maggio per scoprire la nuova versione di Cardboard che, presumibilmente, sarà accompagnata da una nuova release di Android. Come sempre non ci resta che attendere, nella speranza che, a parte le nuove caratteristiche hardware introdotte, il colosso di Mountain View riesca a contenere entro limiti accettabili il prezzo del proprio visore.