In Cina si continua a produrre set-top-box. Gole, un’azienda di Shenzhen poco nota qui in Europa, ha da poco lanciato sul mercato il Gole2, un modello di mini-PC ideato per essere utilizzato con televisori, proiettori o grandi monitor. In un certo senso questo computer si può considerare il sequel del Gole1, un device con l'aspetto di uno spesso tablet, che l'azienda stessa definiva “il più piccolo PC del mondo” e che è stato venduto in 2.500 unità.

Gole2
Gole2

Proprio come per il suo successore, anche per il Gole2 è stata aperta una campagna di crowdfunding sulla piattaforma IndieGoGo. La raccolta fondi per il momento è arrivata a poco più di 9.300 dollari, mentre l'obiettivo prefissato è di 50.000 dollari. Per arrivare alla cifra stabilita sono comunque a disposizione ancora 17 giorni.

Gole2
Gole2

Vediamo dunque com'è fatto il Gole2. Questo nuovo mini-PC ha l'aspetto di una torre piramidale che misura misura 151,24 x 57,56 x 142,7 mm. Il produttore lo offre con case di alluminio in tre colori diversi: bianco, nero o una combinazione di giallo e arancio. Il dispositivo – che andrebbe posizionato accanto al televisore – presenta sulla parte frontale un grande foro da cui sbuca una fotocamera con sensore da 5 megapixel e lente a 6 strati in grado di riprendere con un angolo visuale di 90° e registrare video o fare videochiamate alla risoluzione 30fps Full-HD 1080p. Proprio al fine di permettere le chiamate audio-video, il case integra anche un microfono e degli altoparlanti stereo. Uno sportellino intelligente permette poi di coprire la lente della fotocamera quando non è utilizzata, per proteggere la privacy dell'utente. Nella parte inferiore del case è anche possibile inserire un hard disk da 2,5 pollici con un taglio massimo da 1 terabyte, sia di tipo rotante che a stato solido; il collegamento avviene attraverso una porta SATA.

Il Gole2 viene offerto dal produttore in due versioni: una con sistema operativo Android e l'altra con Windows 10. Quella Android, in realtà, è gestita da Phoenix OS, cioè da una versione del sistema operativo di Google modificata all'uopo dalla stessa Gole per essere sfruttata come un desktop computer. Pare che infatti sia possibile collegare al mini-PC anche un mouse e una tastiera e visualizzare sul desktop virtuale più app contemporaneamente in finestre differenti.

Gole2 con Phoenix OS
Gole2 con Phoenix OS

L'edizione Gole2 con Phoenix OS monta un SoC quad-core Allwinner A64, RAM da 2GB e memoria flash da 32GB per l'archiviazione di dati e applicazioni. L'edizione con Windows 10, invece, monta un processore Intel Z8350 (Cherry Trail) più 4GB di RAM e 32GB di memoria flash.
Per la connettività si può fare affidamento su Wi-Fi standard b/g/n/ac e Bluetooth 4.1. Sul case sono presenti due porte USB 2.0, una porta USB 3.0, un’uscita HDMI full size per il segnale audio-video, un ingresso per il cavo di rete Ethernet, un’uscita audio mini-jack da 3,5 mm e lo slot per le schede di memoria di tipo microSD. Sulla parte alta troviamo anche un tasto fisico (bilanciere) per regolare il volume dell’audio, mentre sulla parte frontale Gole ha posizionato i led che indicano il funzionamento del PC.

Gole2 con Windows 10 e chip Intel
Gole2 con Windows 10 e chip Intel

Chi volesse può già pre-ordinare la sua unità di Gole2 direttamente dal sito IndieGoGo; la versione più economica – giallo/arancio con SoC Allwinner A64 – costa 69 dollari (circa 63 euro al cambio attuale). La versione con Windows 10 e chip Intel invece parte da 114 dollari (circa 105 euro). Le spedizioni – se la campagna di raccolta fondi va a buon fine – dovrebbero partire già in dicembre. Gole si è impegnata a inviare i suoi mini-PC in tutto il mondo.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum