Una serie di funzionalità presenti sulla serie Galaxy S20 di Samsung verranno presto rilasciate sul Galaxy Note 9 grazie ad un importante aggiornamento: ecco cosa dobbiamo aspettarci.

Galaxy Note 9 come S20: dettagli

Non possiamo negarlo, il Galaxy Note 9 è ancora uno dei migliori dispositivi di casa Samsung. Per questo, il colosso sudcoreano, con l’aggiornamento One UI 2.1, lo arricchirà di funzionalità presenti nelle ultime ammiraglie della gamma Galaxy S20.

In particolare, il Note 9 verrà dotato della funzione della fotocamera Single Take, fino ad ora era disponibile solo su Galaxy S20, S20 + e S20 Ultra. Questa feature permetterà a chi possiede un Galaxy Note 9 di sfruttare l’intelligenza artificiale per catturare fino a 14 diversi tipi di foto e video in rapida successione.

Ma non è finita, dato che la società asiatica dovrebbe dotare il Note 9 anche della funzione Quick Share presente sulla serie S20 e capace di condividere istantaneamente dei contenuti con le persone che si trovano vicino a chi possiede lo smartphone sudcoreano.

Incrociando le dita, l’importante update dovrebbe arrivare nel mese di giugno 2020. Nel frattempo, vale la pena ricordare le caratteristiche tecniche del dispositivo con la S Pen protagonista del futuro aggiornamento.

Lanciato sul mercato nell’agosto 2018, il Galaxy Note 9 è provvisto di una batteria da 4000 mAh che, a seconda dell’uso, può assicurare fino a 2 giorni di autonomia con una sola ricarica. Con display Super AMOLED da 6,4 pollici, lo smartphone di casa Samsung nasconde sotto il cofano il processore Exynos 9810 da 8 core e 2.7GHz di frequenza di clock, associato a 6 GB di RAM e 128 GB di storage e supporto a schede esterne con capacità fino a 512 GB.

Per quanto riguarda il comparto fotografico, il Galaxy Note 9 conta su una fotocamera principale da 12 MP con un’apertura focale f/1.50 ed è provvista della tecnologia di stabilizzazione elettronica (EIS), mentre la selfie camera frontale è da 8 MP.

Le migliori offerte di oggi per Samsung Galaxy Note 9: tutti i prezzi

Fonte:Slashgear