Dopo la chiusura della produzione, Samsung non abbandona affatto i possessori dello sfortunato Galaxy Note 7. La notizia che farà piacere ai fan della casa sudcoreana è che Samsung, in Australia, ha esteso il recall del phablet sia per coloro che hanno un modello di quelli difettosi che per quelli della seconda tornata ritenuta "sicura".

Galaxy Note 7 (front)
Galaxy Note 7

Samsung raccomanda ai clienti della regione di fare il back-up dei propri dati, completare un reset di fabbrica e spegnere immediatamente il proprio dispositivo prima di contattare il negozio in cui ha acquistato il device per organizzare il recall.
I clienti potranno scegliere se cambiare il proprio Note 7 con un Galaxy S7 o S7 edge (ricevendo anche un rimborso per compensare la differenza di prezzo) o se ricevere un rimborso completo.