Hui Renjie, un ragazzo cinese proprietario di un Samsung Galaxy Note 7, dice di aver acquistato il suo dispositivo su JD.com questo fine settimana e di averlo ricevuto pochi giorni dopo. Ebbene, sembra che il device sia esploso lasciando per ricordo al ragazzo due dita bruciate e un MacBook danneggiato, che probabilmente si trovava vicino al Note 7. Dopo aver segnalato l’episodio, Hui ha ricevuto una visita da un rappresentante della società sudcoreana che si è offerto di prelevare il device, offerta rifiutata dal ragazzo.

Il Galaxy Note 7 esploso
Il Galaxy Note 7 esploso

Secondo Bloomberg, quest'ultimo non si fida più di Samsung e desidera pubblicizzare il problema. Samsung, dal canto suo, dice di essere ancora in contatto con il cliente, anche se non è chiaro se è stato raggiunto un accordo tra le parti. La CNN ha poi diffuso un paio di di immagini del Note 7 e del MacBook di Hui: in una si vede l'imballaggio del dispositivo con il bollino nero che garantisce un dispositivo sicuro, nell'altra si vede il codice IMEI che, digitato nella pagina preparata da Samsung per verificare i device a rischio, ha identificato il dispositivo di Hui come uno sicuro.

Il bollino nero che garantisce un device sicuro
Il bollino nero che garantisce un device sicuro

In ogni caso, finché tutti i dettagli di questo nuovo grattacapo verranno portati alla luce e confermati, non ci dovrebbe essere nessuna ragione per i possessori di dispositivi sicuri Galaxy Note 7 di cui preoccuparsi. Non ci resta che attendere ulteriori dettagli per venire a capo anche di questa presunta, nuova grana per Samsung.