La nuova gamma di Samsung Galaxy Note 20 potrebbe arrivare sul mercato con la modalità Dex Wireless. Sebbene non sia proprio la novità dell’anno, Samsung Dex è una delle feature più interessanti nel panorama degli smartphone e tablet di fascia alta del produttore, anche se non ha mai conquistato del tutto il cuore degli utenti.

Galaxy Note 20: capostipite di una nuova feature

Uno dei motivi generali legati all’insuccesso della piattaforma è legato proprio alla presenza degli accessori esterni per funzionare. Tuttavia, con la nuova gamma di flagship, l’azienda potrebbe introdurre il supporto a Dex Wireless; ma osa significa?

Forse, con la futura serie Note 20, si potrà godere della modalità desktop anche senza l’ausilio di cavi e accessori aggiuntivi. Sebbene lo scopo principale della funzionalità sia rimasto sempre lo stesso negli anni, fin dalla sua introduzione nel 2017, in realtà sul versante della comodità è migliorato di anno in anno.

Siamo passati dalla dock esterna (costosa, tra l’altro) al cavo USB C – HDMI, fino alla possibilità di usare Dex anche all’interno di un PC Mac o Windows con la serie Note 10 dello scorso anno.

Ad ogni modo, bisognava portarsi sempre un cavo con sé; la comodità di una connessione wireless invece (con tutti i limiti del caso), non si batte. Max Winebach di XDA ha scoperto le prove di tale opzione di connessione nel codice sorgente dell’app Samsung Tips, suggerendo che l’arrivo potrebbe essere proprio dietro l’angolo, quindi legato all’uscita della gamma Note 20.

Sulle restrizioni di tale funzionalità ancora tutto tace. Inizialmente Samsung aveva portato in commercio la dock come la Dex Station o il Dex Pad al fine di fornire un raffreddamento del dispositivo durante l’uso in modalità Dex, più esoso in termini energetici. Un limite – probabilmente – sarà legato al numero di app che sarà possibile aprire in contemporanea, al fine di non saturare la memoria virtuale RAM e non generare lag o ritardi durante la connessione.

Fonte:XDA Developers