Secondo un report di USA Today, la nuova generazione di Samsung Galaxy Gear sarebbe basata non più su Android, ma su una versione HTML5 del sistema operativo proprietario della casa sud coreana, Tizen.

Samsung avrebbe infatti convinto i partner coinvolti nella realizzazione del device indossabile ad abbandonare l’OS di Google, privilegiando la scelta “interna” e dando così ai consumatori la possibilità di toccare con mano le potenzialità del nuovo sistema operativo made in Samsung.

A rincarare la dose ci pensa The Verge, secondo cui la versione basata su Tizen dello smartwatch di Samsung sarà affiancata da una seconda versione con sistema operativo Android.

Proporre lo stesso prodotto con due sistemi operativi differenti consentirebbe a Samsung di posizionarsi contemporaneamente in diversi segmenti di mercato, permettendo nel contempo agli utenti di esprimere le proprie preferenze tra le due soluzioni proposte.

Galaxy Gear
Samsung Galaxy Gear