Si chiama Q-Motion ed è un finess-tracker che dialoga e interagisce con terminali Android e iOS. È prodotto dalla texana Fossil. Ed è il primo device lanciato all’indomani dell’acquisizione societaria dell’americana Misfit Wearbles, azienda specializzata in dispositivi indossabili evoluti, avvenuta a novembre dello scorso anno. 

Fossil Q Motion
Fossil Q Motion

Non a caso, Fossil Q-Motion riprende stile e design del suo antesignano Misfit Ray. Alimentato da una batteria che consente un’autonomia dichiarata di circa 6 mesi, Q-Motion abbina alle classiche funzionalità di activity-tracker quelle del monitoraggio del sonno. 

Tra le altre hot-feature spiccano la possibilità di utilizzo sott’acqua fino a 50 metri di profondità, la capacità di ricevere notifiche tramite vibrazione e la tecnologia Smart Tap. Quest’ultima consente di associare una sequenza di colpetti sul device ad una precisa operazione lato smartphone, come riprodurre musica o scattare una foto. Disponibile entro l’estate al prezzo di 95 dollari, al cambio di oggi circa 85 euro