Per iPhone 3G, abbiamo provveduto già a catalogare come ‘ottima' la multimedialità disponibile. Possiamo dire, a una analisi più attenta, che questa si divide in quattro parti: YouTube, iTunes e iPod, Video, e Fotocamera.

YouTube: va fatta differenza tra le due modalità di navigazione web a disposizione dell'utente. Come abbiamo visto nel focus di ieri relativo a Safari, l'utilizzatore si trova a dover scegliere fra UMTS-HSDPA, e la connessione a internet mediante il wi-fi. In questo secondo caso, dobbiamo sottolineare un cospicuo miglioramento nella visualizzazione dei video di YouTube. Non tanto nella velocità di ricerca, che rimane efficiente con entrambi i sistemi, quanto il rendering dei filmati, migliori quando non ricorriamo a UMTS-HSDPA; non solo abbiamo un'immagine più fluida, ma possiamo anche contare su un maggiore contrasto, e anche su una nitidezza e una definizone più marcata. Per il resto, YouTube dà le solite garanzie in fase di ricerca, con l'utente che dovrà solo inserire il nominativo (o parte di esso) del video ricercato.

iTunes e iPod: anche per iTunes va fatto lo stesso discorso di connettività. Solo sotto copertura wi-fi, infatti, potremo scaricare i brani musicali, a disposizione dell'utente registrato mediante un semplice click, così come avviene sullo store di iTunes installato sui nostri computer di casa e laptop. La visualizzazione delle copertine è la medesima, così come la facoltà a discrezione dell'utilizzatore, di scegliere fra i brani più popolari, la top ten, oppure di ricercare direttamente titoli, artisti, e nomi degli album. La funzione iPod opera alla perfezione, perché ci dà la possibilità di gestire a tutto campo il nostro parco musica. Potremo fare uno scrolling sulle varie canzoni, così come accade per la rubrica, oppure sfogliare in landscape (orizzontale) le varie copertine dei singoli album, proprio come faremmo con un libro virtuale. Una volta trovata l'opera che cerchiamo, ci sarà sufficiente un click sulla copertina per prendere visione dei brani disponibili. La qualità del suono è notevole, anche in vivavoce, con la musica che resterà attivata in background. Naturalmente, però, è con gli auricolari che la funzione iPod darà il meglio di sè.

Video: abbiamo già visto nella sezione di YouTube quanto migliori la qualità in fase di visualizzazione, sotto copertura wi-fi. Per il resto, il rendering dei video è tanto notevole quanto le funzioni musicali, specialmente se decideremo di sfruttare l'accelerometro guardando i nostri filmati in orizzontale. La qualità, a seconda della sorgente, sarà più o meno performante, ma in generale possiamo concludere che in presenza di un video iniziale dalla buona fattura e qualità, si avrà un filmato restituito con altrettanta bontà da iPhone 3G, grazia anche all'elevatissima risoluzione.

Fotocamera: l'unica piccola nota dolente della multimedialità che stiamo esaminando arriva dalla fotocamera, ma questa purtroppo non è una sorpresa. La cam a risoluzione massima 2.0 megapixel è infatti sprovvista di flash e autofocus, e anche le ottiche non consentono risultati tali da consigliare una stampa su carta fotografica delle immagini da noi catturate. Serviranno, piuttosto, a essere riviste sullo stesso iPhone, oppure come allegato per le e-mail. A dimensione massima 1600×1200 pixel, ci saremmo aspettati qualcosa in più, anche per motivare una visualizzazione post scatto che invece rimane senza supporto. Guardare le foto su iPhone, infatti, è divertente e da condividere, perché ancora una volta potremo fare lo scrolling fra le varie immagini, per visualizzarle poi a tutto schermo in orizzontale. Possibile, inoltre, ingrandire con il solito metodo del multi-touch. Ora bisogna aspettare esclusivamente un nuovo iPhone con fotocamera da almeno 3.2 mpx con flash e autofocus!E che magari giri anche i video……