È proprio vero che su Internet è possibile
trovare qualsiasi tipo di informazione, magari anche la propria conversazione
telefonica. America Online, il più diffuso Internet
provider americano, lo scorso martedì ha affermato di aver avviato un’
indagine per far luce sulla trasmissione di conversazioni private di telefonini
cellulari intercettati tramite scanner e rese disponibili ai navigatori attraverso
il proprio servizio Shoutcast.

La tecnologia Shoutcast permette a chiunque disponga
di una connessione Internet di inviare files audio in formato MP3 ad un numero
indefinito di utenti che possono ascoltare queste trasmissioni in tempo reale. Secondo Thomas Edwards, fondatore di The
Sync
, una compagnia che si occupa di questo tipo di trasmissioni tramite
Internet, ‘ascoltando per un breve periodo è possibile sentire parlare
di numeri di carte di credito o di telefono, indirizzi ed altre informazioni
personali che sicuramente non vorremmo che venissero messe a disposizione delle
decine di milioni di navigatori Internet nel mondo’.

Queste conversazioni potevano essere ascoltate
attraverso il servizio Shoutcast della Nullsoft, società nota per essere
l’ideatrice di WinAmp, uno
dei più famosi programmi per riprodurre files audio in formato MP3 e
Shoutcast.