Facendo propria la richiesta del prof. Baldoni, presidente della Commissione per l’assetto radiotelevisivo, volta a definire un set di regole certe e chiare per garantire la tutela dei minori in riferimento alla distribuzione di contenuti per adulti, 3 Italia ha chiesto l’immediata audizione da parte della Commissione nella convinzione che le procedure e le modalità di erogazione dei contenuti per adulti distribuiti da terzi attraverso le sue piattaforme siano tra quelle che meglio garantiscono l’obiettivo della tutela dei minori.
Per contribuire ad un’analisi completa di questi aspetti, 3 italia presenterà un apposito dossier comparativo sui sistemi di protezione a tutt’oggi messi in opera non solo dall’azienda, ma anche dai principali player dell’industria negli ambiti indicati dal prof. Baldoni (Internet, canali satellitari, comunicazioni mobili).
Nel frattempo, in attesa di una definizione più puntuale delle norme in materia, 3 Italia ha deciso di sospendere a titolo cautelativo i servizi chiamati in causa da alcuni organi di informazione, nei confronti dei quali la Società si riserva ogni azione a tutela dei propri interessi e della propria reputazione.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum