Gli annunci pubblicitari compongono la maggior parte delle entrate di Facebook e, in particolare, quelli per cellulari hanno fatto segnare il 78% dei ricavi pubblicitari del social network. Lo rivela proprio Facebook annunciando i suoi guadagni del terzo trimestre 2015, segnalando al contempo 3,4 miliardi di dollari di ricavi pubblicitari mobili e una raccolta pubblicitaria complessiva pari a 4,3 miliardi di dollari. Le entrate pubblicitarie mobile sono salite del 73% nel terzo trimestre, mentre i ricavi da annunci visualizzati sullo schermo di un PC sono diminuiti del 7,3%.

Mark Zuckerberg interviene al MWC 2015 di Barcellona
Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook

I motivi per cui i cellulari sono così importanti per Facebook sono stati spiegati da Sheryl Sandberg, Chief Operating Officer della società. La dirigente ha infatti detto che l’adulto medio, negli Stati Uniti, spende 25 minuti del suo tempo medio settimanale su un dispositivo mobile. E di questo tempo, il 20% lo trascorre sul proprio account Facebook. Nel corso del terzo trimestre, l'89% degli 1,01 miliardi di utenti attivi al giorno di Facebook ha visitato il sito tramite un dispositivo mobile. Nel frattempo, il numero di utenti medi giornalieri di telefonia mobile è aumentato del 27% rispetto al terzo trimestre del 2014.

Sandberg dice che Facebook si è posto determinati obiettivi, uno dei quali comprende la migrazione degli utenti verso la telefonia mobile. Un altro obiettivo è quello di ottenere più pubblicità su Facebook, rendendo gli annunci più rilevanti per gli utenti. Inoltre, l'acquisto dell'app Instagram (1 miliardo di dollari nel 2012), è in procinto di "monetizzare" alla grande. Instagram che ora ha 400 milioni di utenti mensili, una cifra superiore a quella del rivale Twitter. Gli analisti ritengono che Instagram porterà nelle casse della società 1,8 miliardi di dollari di fatturato annuo per i prossimi due anni. L'analista di SunTrust Robert Peck prevede 2 miliardi di dollari di fatturato annuo entro il 2017.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum