Ha preso il via nel luglio del 2018 l’iniziativa denominata Data Transfer Project avviata dai maggiori colossi della tecnologia, tra cui Google, Microsoft, Twitter e Facebook che si sono uniti per consentire agli utenti di spostare i propri dati in modo rapido e semplice tra diversi servizi e piattaforme. Un modo per venire incontro ai propri utenti che ora ha portato Facebook ad annunciare una nuova possibilità: copiare le immagini presente sul social network di Mark Zuckerberg su Google Foto.

Da Facebook a Google Foto in un click

La nuova opzione è stata per ora lanciata negli Stati Uniti, in Canada e in alcuni paesi dell’Unione Europea, Regno Unito, America Latina, Sud-est asiatico e Africa.

Si tratta della possibilità di trasferire le foto e i video di Facebook su Google Foto, semplicemente accedendo al menu “Le tue informazioni di Facebook” presente nella sezione dedicata alle Impostazioni del social network. Qui, selezionando l’opzione denominata “Trasferisci una copia delle tue foto o dei tuoi video“, si arriva all’opzione aggiuntiva che permette di scaricare direttamente le informazioni memorizzate su Facebook sul proprio dispositivo o di trasferirle su Google Foto. Successivamente verranno rese disponibili anche ulteriori destinazioni.

La novità è stata comunicata dall’azienda di Mark Zuckerberg sulla pagina dedicata alle notizie di Facebook.  L’obiettivo è di garantire agli utenti la portabilità dei dati, offrendo loro il controllo delle proprie informazioni e la scelta di dove conservarle, incoraggiando al contempo l’innovazione.

L’azienda, oltre a rimarcare il fatto che i suoi utenti sono stati in grado di scaricare i loro dati dal social network per quasi un decennio, rende noto che il nuovo strumento che consentirà agli utenti di Facebook di trasferire le foto e i video di Facebook direttamente su altri servizi, a partire da Google Foto è stato sviluppato nell’ambito del citato progetto Data Transfer Project (DTP).

Viste le aziende che vi aderiscono, è probabile che dopo Google Foto, le prossime opzioni includano il supporto di OneDrive di Microsoft.

Fonte:Facebook