La Commissione Europea ha approvato l’acquisizione di Beats Electronics e Beats Music da parte di Apple, comunicando la notizia ufficialmente tramite una nota sul portale europeo.

Non ci sarebbero infatti i presupposti per eventuali minacce al mercato, né tantomeno per posizioni dominanti.

Il prossimo importante passo da effettuare da parte di Tim Cook, CEO di Apple, consiste nell’ottenimento dell’approvazione da parte degli analoghi Enti regolatori statunitensi.

Apple aveva perfezionato l’acquisizione di Beats a fine maggio per la cifra record di 3 miliardi di dollari.

Beats
Dr. Dre

Viene qui sotto riportato il comunicato della Commissione Europea.

Fusioni: la Commissione approva l’acquisizione di Apple del produttore di cuffie americano e del business della musica in streaming Beats.

La Commissione Europea ha autorizzato ai sensi del Regolamento sulle Fusioni l’acquisizione dell'UE l’acquisizione da parte di Apple di Beats Electronics e Beats Music. Beats Electronics è stata fondata nel 2008 e progetta, sviluppa e vende prodotti audio come cuffie e speaker audio. Beats Music è stata creata da Beats Electronics nel 2013 ed offre un servizio di musica in streaming negli USA e in Australia, permettendo ai consumatori di ricevere musica (“stream”) sui loro device mobili o computer a fronte del pagamento di un abbonamento mensile o annuale. Beats Electronics e Apple vendono entrambe cuffie nell’Area Economica Europea (EEA). La Commissione ha concluso che la combinazione dei due business non genera problemi di competizione in quanto il market share combinato di Apple e Beats Electronics è limitato. In più, Apple e Beats Electronics non sono stretti concorrenti in quanto le cuffie da loro vendute differiscono sul mercato nella funzionalità e nel design. E anche dopo la transazione, un vasto numero di concorrenti globali come Bose, Sennheiser e Sony rimarrà sul mercato. La Commissione ha anche esaminato i probabili effetti della transazione sulla distribuzione della musica digitale sui consumatori. Sia Apple che Beats Music sono attive in tale campo. Apple offre un servizio di download musicale attraverso iTunes e Beats Music offre un servizio di musica in streaming, nonostante non sia attualmente disponibile nella EEA. La Commissione ha concluso che Apple si confronta con vari concorrenti nella EEA come Spotify e Deezer, rendendo impossibile che l’acquisizione di un servizio di streaming più piccolo non attivo nella EEA possa portare ad effetti anti-competitivi. La Commissione conclude inoltre che la transazione non fornisce ad Apple l’abilità e l’incentivo a bloccare servizi di streaming della concorrenza dall’accesso ad iOS, il sistema operativo di Apple per il device mobili. Questa conclusione si basa tra l'altro sul fatto che Apple era già attiva nella distribuzione di musica digitale prima della fusione. Pertanto, tale acquisizione non cambierebbe la volontà o l’incentivo di Apple di bloccare l'accesso ad iOS.