Ericsson ha annunciato l’intenzione di tagliare circa 1.550 posti di lavoro in Svezia. I licenziamenti sono previsti in tutti i settori, comprese vendite, amministrazione, ricerca e sviluppo, fornitura e servizi. Prevista anche una sostanziale riduzione del numero di consulenti e lavoratori temporanei.

La maggior parte dei licenziamenti arriveranno dalla divisione Networks di Ericsson anche se sono interessate, in qualche misura, tutte le divisioni in Svezia. Circa 1.000 tagli, pari a circa il 10% della forza lavoro locale, saranno concentrati nella sola Stoccolma.

"E 'naturalmente un messaggio difficile per i nostri dipendenti in Svezia", ​​afferma Tomas Qvist, responsabile delle Risorse Umane Ericsson in Svezia. "Dobbiamo fare in modo che si possa continuare a portare avanti la nostra strategia per mantenere la leadership sul mercato, investire in ricerca e sviluppo e soddisfare le esigenze dei nostri clienti. Per garantire questo abbiamo bisogno di concentrarci sulla riduzione dei costi, di raggiungere l'eccellenza commerciale e l'efficacia operativa. Ciò consentirà di assicurarci la competitività futura. A volte i licenziamenti sono purtroppo inevitabili"

Questi gli esuberi stimati per ogni sede: Borås (40 posizioni), Göteborg – Lindholmen e Mölndal (circa 200), Karlskrona (50), Kumla (106), Linköping (120), Luleå (10), Lund (15), Malmö (13) , Stoccolma (circa 1000). Il mumero totale dei dipendenti di Ericsson in Svezia è attualmente di circa 17.770.