Ericsson ha annunciato l’acquisizione di Pride, società italiana di 1000 dipendenti specializzata nella consulenza e nella system integration ICT. I termini dell’operazione non sono stati resi noti, ma il closing dell’accordo è atteso entro il primo Febbraio 2010.

L’acquisizione si inserisce in un quadro strategico che vede nei servizi ICT un fattore chiave nello scenario evolutivo del mercato delle telecomunicazioni, caratterizzato da una sempre maggior centralità e complessità, in cui le reti fisse e mobili convergono e i servizi ai consumatori divengono sempre più avanzati. Con l’integrazione di 1000 esperti ICT, Ericsson consoliderà così il proprio ruolo di riferimento per gli operatori di telecomunicazioni, i service provider e le imprese italiane.

“L’acquisizione di un’azienda come Pride rappresenta un traguardo importante per noi, perché ci permette di mettere a disposizione del mercato italiano un approccio e una strategia completa ed integrata, attraverso l’offerta di servizi di consulenza e di system integration insieme ad una consolidata esperienza nello sviluppo di servizi innovativi e tecnologicamente avanzati. In questo modo, rafforziamo ulteriormente la nostra presenza nello scenario economico italiano e il nostro ruolo nel promuovere e sostenere lo sviluppo di processi innovativi per l’industria delle telecomunicazioni, le imprese e il Sistema Paese.” ha dichiarato Cesare Avenia, Amministratore Delegato Ericsson Italia, Responsabile della Market Unit South East Europe e Chief Brand Officer Ericsson.

Negli ultimi 5 anni, a livello internazionale, Ericsson ha acquisito 5 aziende nel settore della system integration e della consulenza.