Proviamo a mettere a confronto i due smartphone più cool degli ultimi due anni; gli iPhone 2G e 3G .
La prima è più nota differenza è di certo il supporto di rete; per il 2G era un Gsm: Quad Band (850/900/1800/1900) con connessione dati EDGE; traffici assolutamente più spediti nella versione UMTS dove è possibile sfruttare a pieno, rete permettendo, gli ampi canali di uplinlk e downlink del WCDMA; identica invece la connettività a corto raggio, grazie al supporto Wi-Fi e Bluetooth.
Le dimensioni nella versione 3G sono state lievemente aumentate, di 1,1 mm in larghezza, e di 0,7 mm nello spessore, mentre il peso si è ridotto di 2 grammi rispetto alla versione 2G.

Apple Iphone
Apple Iphone 2G


L’aspetto visuale è rimasto uguale tra le due versioni; non sono state cambiate infatti la fotocamera da 2 megapixel, e la massima risoluzione fotografica da 1600×1200 pixel, visualizzabili entrambi su un display TFT da 3.5 pollici.
La diversa tecnologia in radio-frequenza ha inciso negativamente sulle prestazioni della batteria del 3G, con 50 ore in meno per quello che riguarda lo stand-by.

Apple iPhone 3G
Apple iPhone 3G


L'arrivo dell'UMTS non ha significato l'arrivo anche della videochiamata, in compenso la versione 3G si andrà a caratterizzare per la presenza attesissima del GPS ed A-GPS.
Oltre, come detto, la presenza del 3G e del GPS, il terzo vero punto di forza del nuovo iPhone è l'aspetto applicazioni; non perchè la versione 2G non abbia rappresentato comunque una vera rivoluzione nell'universo degli smartphone, ma il nuovo Umts, come anticipato nei giorni scorsi da una video guida publicata sul sito di Apple, sfrutta la nuova accelerazione grafica ottenendo un effetto finale davvero stupefacente, godibile soprattutto nel playing di giochi 3D.