I colleghi di Android Authority si sono recentemente posti un quesito alquanto interessante: perché nessuno ha copiato l’interruttore di disattivazione dell’audio (il famoso “Mute Switch”) presente sui telefoni Apple e OnePlus?

Questo elemento è irrinunciabile per i possessori di Apple e OnePlus

Chiedete ai possessori di iPhone e OnePlus quale sia il tasto più utilizzato sui loro dispositivi. Il selettore dell’audio è una chicca non da poco alla quale nessun utente vuole rinunciare. E c’è una buona ragione per questo: il selettore dell’audio è un modo semplice per mettere a tacere il tuo telefono in fretta quando siete al lavoro o per non infastidire gli altri con i suoni di notifica. Non dovete girovagare nei menù per trovare la modalità silenziosa mentre gli altri lanciano sguardi di disapprovazione nella vostra direzione.

Ma perché non c’è stato alcuno sforzo per copiare questo elemento da parte degli altri OEM di tecnologia? Sfortunatamente, non è così semplice come sembra, poiché ci sono alcune complicazioni molto pratiche.

C’è una ragione immediata per cui i produttori di telefoni si astengono dall’inserire uno switch per l’audio all’interno della scocca dei loro dispositivi. In primis, richiede uno sforzo che le aziende non sono sempre disposte a fare. Android non ha un approccio standardizzato a questa tipologia di switch, pertanto devono essere le diverse aziende a progettare sia il comparto hardware che software per un elemento del genere. Anche se non è un compito erculeo, questo potrebbe consumare tempo prezioso che un marchio preferisce spendere altrove durante un ciclo di sviluppo di un terminale.

Detto questo, le società potrebbero incorrere in ostacoli legali: Apple, OnePlus e altre società hanno spesso brevetti di design che sono determinate a proteggere anche andando in tribunale. Un rivale che imita troppo da vicino un interruttore simile potrebbe rischiare una causa legale, un divieto commerciale o entrambi. Potrebbe essere più facile saltare del tutto la funzione piuttosto che progettare brevetti o stipulare accordi di licenza.

E sì, c’è la possibilità che un selettore per lo switch dell’audio non sia una priorità così alta come una volta. Ricordiamo che Apple ha introdotto la funzione già sul suo primo iPhone del 2007, quando le app e il Web mobile erano ancora in secondo piano rispetto alle telefonate vocali. Incredibile come questo elemento, almeno in casa Cupertino, sia sempre rimasto lo stesso anche dopo 14 anni.

Voi usate attivate questo tastino sul vostro OnePlus o iPhone?

Fonte:Android Authority