Per tutti gli amanti delle pistole pazze, dei demoni che escono dall’Inferno e dei barili che esplodono in un tripudio di pixel, arriva una fantastica notizia. Doom 64, il sequel dell’iconico Doom II, è tornato dopo 25 anni dal suo debutto, anche su Google Stadia. Dopo un primo lancio avvenuto su PC, Switch, PS4 e Xbox One, adesso è il turno anche del servizio di cloud gaming del colosso di Mountain View. A comunicarlo è la divisione di Google dedicata ai videogiochi con un tweet ufficiale.

Doom 64: tripudio di pixel, vi sono mancati?

Se siete stati degli adolescenti o bambini negli anni ‘90 ricorderete sicuramente Doom 64 uscito nel 1995 sulla Nintendo 64. Dopo 25 anni arriva di nuovo il momento di tornare a spendere ore ed ore del proprio tempo in mondi demoniaci in preda al caos in bassa risoluzione.

Per questa nostalgica operazione dobbiamo ringraziare Bethesda e Nightdive Studio, che hanno rispolverato le ragnatele del gioco originariamente pubblicato dalla Midway. Il titolo non è un remake in alta qualità, ma una versione remastered del gioco stesso; la grafica è rimasta la medesima, ma aggiustata ad hoc per non risultare “strechata” sugli attuali schermi 16:9 moderni.

Forse qualcuno di voi avrebbe voluto un restyling grafico, lo capiamo. Ma dove sarebbe stato poi il bello? Sono proprio i brutti elementi pixelati realizzati da Pain Elemental a donare fascino ai retro-games, mood molto in voga – tra l’altro – negli ultimi anni.

I giocatori che posseggono un account su Stadia che hanno acquistato Doom Eternal prima del 3 aprile dovrebbero già aver ricevuto un codice per riscattare Doom 64 gratuitamente (e in anteprima) come parte del pacchetto Rip and Tear.

Per coloro che invece non hanno mai comprato un titolo della saga Doom, vi consigliamo di provare questo gioco, disponibile a soli 4,99 euro sullo store di Stadia.

Fonte:Twitter Google Stadia