DJI è finito nella temutissima Entity List: chi, come Huawei, è nell’elenco non può avere apporti commerciali di alcun tipo con gli Sati Uniti. Era nell’aria ed ora è ufficiale: anche la celeberrima compagnia produttrice di droni ha ricevuto il ban.

DJI è nella Entity List degli USA

Quello che accadrà adesso è difficilmente prevedibile, di certo la celeberrima compagnia produttrice di droni potrebbe avere difficoltà serie nella prosecuzione del suo business, dopo aver ricevuto il temuto ban commerciale dagli Stati Uniti.

A inserire DJI nella temuta lista è stato il Dipartimento del commercio degli Stati Uniti, che – come motivazione – non ha riportato nulla di relativo alla sicurezza. La ragione sarebbe forse addirittura peggiore: violazione dei diritti umani.

Infatti, stando a quanto emerso, sembra che i dispositivi di DJI siano stati utilizzati in attività di violazione dei diritti umani in Cina. Nello specifico, ci sarebbero delle clip video girate proprio con i droni della compagnia, relative ad attività di oppressione e persecuzione della minoranza musulmana cinese degli Uiguri.

L’inserimento nella Entity List con conseguente entrata in vigore del ban sarà effettivo da oggi, 18 dicembre 2020. Quello che accadrà non è ancora noto, del resto manca poco e poi alla Casa Bianca ci sarà il cambio di comando: il prossimo 20 gennaio Biden succederà a Trump e tutto sarà possibile.

Fonte:Drone DJ