Da oggi la telefonia italiana non sarà più
quella di prima, sparisce infatti la vecchia regola secondo la quale più
si chiama e più si paga, a cui le compagnie telefoniche ci avevano abituato
da decenni.

La grande novità arriva da Infostrada, che
lancia ufficialmente oggi ‘Tempo Zero', l'opzione che eliminerà il fattore
tempo dai criteri di fatturazione delle nostre telefonate.

Attivando l'opzione ‘Tempo Zero', al costo di 95
mila lire mensili, i clienti di Infostrada potranno effettuare senza alcun limite di tempo, chiamate locali, regionali e nazionali, con la
sicurezza di non avere più brutte sorprese all'arrivo della bolletta.
‘Tempo Zero' comprende anche 10 ore mensili di collegamento gratuito ad Internet,
l'ideale per i navigatori occasionali.

Il lancio della nuova opzione segue
di appena due settimane la presentazione di ‘Spazio Zero', con cui i clienti
Infostrada possono effettuare le chiamate
regionali e nazionali allo stesso prezzo delle telefonate urbane, a fronte di
una spesa mensile di sole 10 mila lire.

Le due opzioni, dedicate all'utenza
residenziale, possono essere attivate sia dai nuovi abbonati ‘Pronto 1055',
al momento della sottoscrizione, che da quelli vecchi, chiamando il 155. Per
il momento non possono essere utilizzate dagli utenti con linee ISDN.