Google e Apple, malgrado la loro rivalità in campo tecnologico (Android e iOS sono quasi comparabili a due scuole di pensiero), negli ultimi tempi sembravano prossime ad un riavvicinamento: la compatibilità di Android Wear su iOS era stata accolta nel mondo geek come gli accordi di Camp David, illudendo sul fatto che le ostilità sarebbero andate via via a scemare.

Purtroppo non è così: altrimenti non si spiegherebbe il rifiuto da parte di Apple di accordare la compatibilità del suo servizio Apple Music al nuovo sistema di streaming di Google, il Chromecast audio.
Il Chromecast audio è il corrispettivo del Chromecast tradizionale nella sua versione musicale: dialoga facilmente con tutti i sistemi di altoparlanti, trasmettendo lo streaming audio proveniente da qualsivoglia app tramite Wi-Fi.

Chromecast audio
Chromecast audio

Perfetto per tutti i servizi musicali (Apple Music incluso), Chromecast audio sarebbe ottimo anche per i fruitori del servizio musicale di Cupertino. La chiusura nei confronti di Google è un chiaro segnale che la belligeranza non è mai cessata e, probabilmente, dà ad intendere che Apple spinge esclusivamente per lo streaming attraverso la sua Apple TV.

Certo la mossa della società della mela morsicata delude estimatori e non: sembra quasi un dispettoso ostruzionismo, una caduta di stile che arriva a troppo breve distanza rispetto alla mossa sgraziata della pubblicazione di qualche settimana fa dell’app Move To iOS in casa dell'avversario. Staremo a vedere.