Nei primi tre mesi del 2011 sono stati venduti 427,8 milioni di telefoni in tutto il mondo. È questo il primo dato che emerge dallo studio di mercato condotta da Gartner Inc., autorevole azienda americana specializzata nella ricerca sulla IT a livello globale. Gartner
 Rispetto allo stesso periodo del 2010, le vendite sono aumentate del 19%, e gli smartphones sono da ritenersi ormai traino del settore intero, con un 23,6% di share ed un incremento annuo dell’85%. A guidare la classifica è l’azienda finlandese Nokia, con 107,5 milioni di devices venduti, ma la cui crisi si manifesta confrontando il valore attuale con quello analogo del 2010: la contrazione è pari al 5,49%, e ciò si traduce nel peggior risultato dal 1997. Al secondo posto si assesta Samsung, con 68,8 milioni di telefoni venduti. Sicuramente l’immissione sul mercato della linea Galaxy ha dato un forte impulso alla performance della casa coreana. La ricerca condotta da Gartner fornisce un’ulteriore conferma sull’andamento di iPhone: in un anno, il market share è passato dal 2,3% al 3,9%, con 16,9 milioni di devices venduti. “Tenuto in considerazione l’elevato prezzo medio di iPhone, si tratta di un risultato notevole e ciò sottolinea quanto sia importante l’impatto che un forte brand ambizioso può avere su un prodotto”, afferma Carolina Milanesi, Research Vice President di Gartner. Ottimi risultati anche da parte di HTC grazie ai devices di successo prodotti, che tocca 9,3 milioni di telefoni registrando un market share del 2,2%. Per ciò che riguarda i sistemi operativi, sono sempre Android ed iOS a farla da padrona. Secondo Gartner, con l’abbandono di Symbian da parte di Nokia ci sarà una corsa ad accaparrarsi gli utenti da parte delle altre piattaforme. Infine, due ultimi dati: ci si aspetta che RIM, con l’annuncio dei nuovi tablet e smartphones e con il passaggio previsto nel 2012 alla piattaforma QNX, possa a breve incrementare il proprio market share ed il livello di vendite in America ed Europa. E ci si aspetta anche che il matrimonio tra Nokia e Windows Phone 7 risollevi le sorti del sistema operativo di Redmond: 1,6 milioni è il modesto numero di telefoni venduti, che a quanto pare ancora non rappresentano correttamente le preferenze dei consumatori e non soddisfano i loro bisogni. 

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum