È passato già un mese da quando Microsoft ha iniziato a reclutare dei beta tester per Cortana su iPhone; ebbene, quelli che hanno avuto la fortuna di essere stati selezionati hanno ricevuto una notifica per il download dell’assistente digitale su iOS. Sebbene Cortana nasca per far concorrenza a Siri e Google Now, al momento la versione iPhone sarà limitata rispetto a quella nativa per Windows.

Cortana per iPhone
Cortana per iPhone

Microsot sta facendo uso della piattaforma TestFlight di Apple per permettere agli utenti di scaricare l'applicazione: ricordiamo che su iPhone installare applicazioni al fuori dello store ufficiale non è possibile, a meno di non aver fatto il Jailbreak del dispositivo. La piattaforma permette un numero di beta tester non superiore a 2.000, probabilmente un range troppo ristretto per il test di un'applicazione della complessità di Cortana.

Ma veniamo a quello che Cortana porterà su iOS in questa versione preliminare. Si parla della creazione e gestione di promemoria, della programmazione di appuntamenti nel calendario, della composizione di e-mail o SMS e infine di eseguire ricerche su Internet. Come con Siri, si potrà parlare a Cortana usando un linguaggio naturale per ottenere i suoi "servizi". Microsoft chiede ai suoi beta tester di verificare se Cortana risponde correttamente ai comandi vocali, e cioè se realmente ci capisce quando parliamo naturalmente, e soprattutto come si comporta lontano da Windows 10. Una versione beta di Cortana per Android è stata lanciata un mese fa con una tiepida accoglienza. Così come non sappiamo molto riguardo la release definitiva per iOS, non è stata ancora comunicata alcuna data di rilascio per quella ufficiale sul Play Store.