Si dice che quando manca la capacità di pensare a nuovi schemi, specie nel design, la strada più semplice è quella di riproporre vecchie soluzioni, ripescate nel passato, reinterpretandole secondo i colori e le tendenze dei nostri anni.
E’ forse un pò questo il caso, del "Icono"; come in altri casi anche questa volta non servirà cercarlo su eBay o negli stores, perchè si tratta solo di un concept phone. Un'idea, un disegno, una fantasia a cui si è data una forma, ma che non ha tuttavia una reale consistenza tecnica ne tantomeno una realizzazione pratica.
Il concept phone Icono, realizzato da designer londinese Zinc Chan, ricorda molto i telefoni in uso fino agli 40 del secolo scorso, in cui il modulo di ascolto ed quello del microfono, erano separati, e per telefonare bisognava utilizzare tutte e due le mani.
Quello che l'Icono Phone ha reinventato è il render in forma moderna di quei vecchi dispositivi; in particolare sono spariti tutti i fili, la base è composta da un LCD su cui scegliere o digitare i propri contatti.

Concept Phone Icono
Concept Phone Icono


L'aspetto più curioso è sicuramente la "cornetta"; come già detto, microfono ed auricolare sono divisi in due moduli a colorazione cromata. Ma quello che in teoria stupisce è il fatto che, secondo il progetto di Zinc Chan, la trasmissione audio dovrebbe avvenire per conduzione attraverso la pelle dell'utente, che tra l'altro deve indossare i due moduli sulle dita della propria mano.
Fantasia che supera la realtà, ma che ha una sua base di verità; è noto infatti che il nostro corpo è un buon conduttore di corrente.
Vedremo dunque se il tempo darà ragione a Zinc Chan, e magari tra un paio d'anni potremo realmente acquistare il concept phone Icono