Se il bluetooth ci ha reso molto più agevole l’esistenza garantendoci rapidi e veloci trasferimenti di dati tra dispositivi, è possibile immaginare cosa può significare raggiungere delle velocità di trasferimento di 560 Mbps? Evidentemente la risposta è si, o almeno questo pensano i membri del consorzio TransferJet.
Si tratta di un progetto rivoluzionario a cui partecipano molti tra i maggiori protagonisti della scena mondiale dell'economia come Sony Ericsson, Samsung, Hitachi, Toshiba, Canon, Hitachi, Kenwood e Seiko.

TransferJet
TransferJet


L'idea della tecnologia TransferJet sarà quella di rendere ancora più veloce ed agevole il trasferimento dati tra dispositivi, in particolare per quello che riguarda lo scambio di contenuti multimediali, solitmante molto pesanti. La rivoluzionarietà di quest'idea sta però nel fatto che per attivare il trasferimento non sarà necessario fissare impostazioni o punti di accesso, ma semplicemente far "toccare" i due dispositivi, i quali dovranno evidentemente supportare entrambi la tecnologi a TransferJet.
In più il trasferimento avverrà alla velocità di 560Mbps, una punta nemmeno immaginabile con le attuali tecnologie, con cui sarebbe teoricamente trasferire a real time immagini o video da una fotocamera alla TV per esempio.
Al progetto TransferJet partecipano 15 farmer, incluse le suddette, alle quali si aggiungono anche Eastman Kodak Company, Victor Company, KDDI Corporation, Matsushita Electric Industrial, Nikon, Olimpus e Pioneer.