Al Computex 2016 di Taipei Asus porta non uno, ma ben tre smartphone nuovi di zecca. La nuova linea ha un solo nome che accomuna tutti i device, ZenFone 3, ma arriva sul mercato in tre diverse declinazioni, tutte con a bordo Android Marshmallow e la ZenUI in versione 3.0. Al modello base, semplicemente denominato Zenfone 3, se ne affiancano infatti altri due: lo Zenfone 3 Deluxe e lo Zenfone 3 Ultra.

Asus ZenFone 3 - Zenfone 3 Deluxe - ZenFone 3 Ultra
ZenFone 3 Deuxe – Zenfone 3 – ZenFone 3 Ultra

Dal punto di vista del design lo Zenfone 3 riprende le linee e l’idea stilistica dei suoi due predecessori: aspetto elegante, finiture metalliche e grandi dimensioni. Per questo modello Asus ha pensato di ricoprire la parte frontale e quella posteriore di un vetro con curvatura 2,5D protetto dal sistema Gorilla Glass. Comunque sul retro, giusto sotto il vetro, è presente una superficie di alluminio che conferisce al dispositivo una certa uniformità. Le colorazioni disponibili sono 4: Shimmer Gold (oro), Aqua Blue (blu), Sapphire Black (nero) e Moonlight White (bianco).

Asus ZenFone 3
Asus ZenFone 3 con ZenUI 3.0

Il display dello ZenFone 3 è di tipo IPS+ e misura 5,5 pollici, la sua risoluzione arriva a 1080p e presenta una nitidezza pari a 500 nits. Come abbiamo già accennato più su, è anche protetto dalla tecnologia anti rottura di Corning. Sul bordo inferiore è presente una porta USB di tipo C ma, stranamente, non supporta lo standard 3.0, bensì il 2.0. E questa, lo ricordiamo, è la prima volta che Asus integra un connettore del genere su uno dei suoi smartphone. L'altoparlante inserito nella parte inferiore del dispositivo integra un sistema a 5 magneti ed è supportato da un amplificatore smart prodotto da NXP e certificato per audio ad alta risoluzione.
Sul retro del dispositivo – come ormai su tutti gli smartphone di punta – Asus ha piazzato un sensore biometrico per il rilevamento delle impronte digitali, la cui forma però non è banale: un mini rettangolo posizionato verticalmente, anziché il classico cerchietto a cui siamo abituati.

Asus ZenFone 3
Asus ZenFone 3

Il matrimonio tra Intel e Asus pare sia definitivamente terminato – almeno per quanto riguarda i dispositivi mobili. Questi nuovi modelli di smartphone montano infatti dei processori Qualcomm, anziché gli Atom che avevamo visto fino allo scorso anno. Sullo Zenfone 3 base non troviamo il SoC di punta di Qualcomm, ma un buon processore comunque: lo Snapdragon 625, ossia un chip formato da 8 core di tipo Cortex A-35 – con 2GHz come frequenza massima di lavoro e processo a 14 nanometri – più una GPU modello Adreno 506. Questo processore integra il supporto per il Bluetooth versione 4.2, il WiFi standard 802.11 ac (con tecnologia MU-MIMO) e può anche funzionare su reti LTE Cat. 6 (300 Mbps in downlink e 50 Mbps in uplink). La versione base di questo device, che costerà 249 dollari (ossia circa 225 euro), sarà equipaggiata con 3 GB di RAM e 32 GB per lo storage; l'utente potrà comunque espandere la memoria a disposizione attraverso una scheda di tipo microSD. Scheda che andrà inserita nel secondo dei due slot per SIM card a disposizione: l'uno è di tipo micro SIM, l'altro di tipo nano SIM. Discreta ma non eccellente la batteria che si occupa di alimentare il dispositivo: 3000 mAh non sono pochi, ma di certo non possono competere con le enormi quantità di energia che ormai riescono a immagazzinare le batterie presenti su diversi apparecchi made in Cina.

Asus ZenFone 3
Asus ZenFone 3

Di notevole qualità le fotocamere a bordo: la principale, integrata sul retro e decisamente sporgente rispetto al piano, monta un sensore Sony IMX298 da 16 megapixel – lo stesso presente anche sull'Oppo R9 Plus, sullo Xiaomi Mi 5, sul Vivo XPlay 5 e sullo Huawei P8 – equipaggiato con la tecnologia ASUS TriTech che, integrando tre tipi di sistema per l'autofocus riesce a mettere a fuoco un'immagine in appena 0,03 secondi. A questo si aggiunga poi la correzione del colore attraverso un sensore RGB, una lente con apertura focale f 2,0 e una tecnologia di stabilizzazione dell'immagine a 4 assi per le foto e a 3 assi per i video. Di fianco alla camera, come da tradizione, è presente anche un doppio flash composto da due LED di colori diversi. La fotocamera frontale invece è dotata di un sensore da 8 megapixel e di una lente che permette una visione ampia 85 gradi.

Asus ZenFone 3 (fotocamera)
Asus ZenFone 3 Deluxe (fotocamera)

Lo Zenfone 3 Deluxe non è molto differente dalla versione base, ad eccezione del retro, che è fatto solo di metallo, delle dimensioni e di qualche feature. Il suo schermo infatti arriva fino a 5,7 pollici di diagonale, anche se mantiene la risoluzione a 1080p; migliora comunque anche la qualità, visto che si tratta di un Super AMOLED che garantisce uno spazio colore NTSC al 100% della gamma e un contrasto dinamico con rapporto 3.000.000:1; per di più è anche in grado di fornire delle informazioni utili all'utente attraverso la modalità "Always On", ossia ha la capacità di restare sempre acceso per mostrare alcuni dati, pur senza consumare molta energia.
Forse questo smartphone non è propriamente un phablet, ma poco ci manca. Le sue dimensioni sono importanti, anche se presenta cornici ridottissime e uno spessore di soli 4,2 mm. Importante è anche il motore che tiene in piedi il tutto: per questo device Asus ho scelto il SoC Snapdragon 820 – il top di Qualcomm che permette all'utente di sfruttare le reti LTE Cat. 13 (si aggancia al network con tre bande contemporaneamente). Per questo apparecchio migliora la connettività, dal momento che la porta USB Type-C supporta la versione 3.0 della tecnologia. Migliora anche la fotocamera posteriore, in quanto integra ben sei lenti ricoperte da una cover in vetro zaffiro e il Sony IMX318, un sensore da 23 megapixel che finora non era mai stato integrato in alcun smartphone e che permette di registrare video alla risoluzione 4K e di scattare foto addirittura fino a 92 megapixel. La batteria rimane la stessa da 3000 mAh, ma guadagna il sistema Quick Charge 3.0 di Qualcomm per la ricarica veloce. Il produttore dichiara una ricarica del 60% in soli 39 minuti. Per il resto la scheda tecnica non differisce molto dal modello più economico. Lo ZenFone 3 Deluxe però sarà venduto con un prezzo di partenza di 499 dollari (ossia 450 euro circa); questa configurazione prevede 6 GB di RAM e 64 GB di storage attraverso un chip di tipo UFS 2.0. Nei prossimi mesi è previsto anche l'arrivo di una variante con memoria di massa da 256 GB.

Asus ZenFone 3 Deluxe (schermo)
Asus ZenFone 3 Deluxe (schermo)

Del trio, lo smartphone più grande è ovviamente lo ZenFone 3 Ultra. Qui il design varia leggermente. Lo schermo aumenta fino a 6,8 pollici di diagonale, rimane la risoluzione 1080p, ma cambia di tipologia, essendo un LCD con gamma NTSC al 95%. Tuttavia per la costruzione delle immagini l’apparecchio può avvantaggiarsi del Pixelworks Iris2+, un sistema impiegato nei televisori e ottimizzato per la riproduzione a risoluzione 4K. Dal retro sparisce il sensore per le impronte digitali – che viene integrato sulla parte frontale all'interno del grande tasto Home – e appare invece un grosso bottone metallico verticale che svolge la funzione di regolatore del volume. Allo stesso modo, sul retro la fotocamera principale lascia la sua posizione centrale e si sposta nell'angolo superiore sinistro. Da segnalare poi i due speaker posti sul bordo inferiore e la tecnologia per l'audio delle cuffie gestite dal sistema surround 7.1 DTS Headfone X.

Asus ZenFone 3
Asus ZenFone 3 Ultra – colorazioni

In questa variante non solo le dimensioni, ma anche la batteria diventa più grande: passiamo infatti dai 3.000 ai 4.600 mAh. Per di più questo sistema di alimentazione può anche ricaricare altri device portatili sfruttando un flusso di corrente da 1,5 Ampere.
Stranamente per il processore Asus non ha mantenuto lo Snapdragon 820 di Qualcomm, ma si è limitata al SoC modello 652, che è di poco più performante rispetto al 625 presente sullo ZenFone 3 base. Manca la connettività USB 3.0, ma rimane il supporto alla tecnologia Quick Charge 3.0 e il WiFi standard 802.11 ac. Anche in questo caso per il design via il vetro dal retro per far spazio a una superficie metallica; punto di forza dell'aspetto di questi nuovi apparecchi è la completa assenza di segni che possano far pensare alle antenne. La configurazione con 4 GB di RAM e 64 GB memoria di massa dello ZenFone 3 Ultra sarà venduta da Asus per 479 dollari (ossia circa 430 euro). Al momento non è ancora chiara la data di lancio, né quali saranno i mercati da cui partirà la commercializzazione dei nuovi smartphone Zenfone, ma presto ne sapremo di più. Contateci.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum