Non è un rugged phone vero e proprio ma poco ci manca: display da 5,2 pollici protetto da Gorilla Glass 5, telaio di alluminio rinforzato che soddisfa sia lo standard MIL-STD-810G che IP68 (resiste a una caduta da 1,8m, a un’immersione in acqua fino a 3 metri, a temperature da -30° a +65° Celsius per un giorno intero, all'umidità e alla nebbia salina).
Il Cat S61 per la società che lo produce non è uno smartphone ma un "tool", un attrezzo.

Infatti, il robusto dispositivo ha varie funzionalità interessanti. La termocamera FLIR ha un intervallo di temperatura esteso tra i -20°C e i 400°C e risoluzione da VGA ad HD. L'app dedicata MyFlir permette di fare diverse operazioni come effettuare riprese termali in live streaming o chiedere aiuto alla community.

Cat S61
Cat S61

Grazie allo strumento di misurazione della distanza assistito dal laser è possibile misuare da punto a punto fino a 10 metri, salvare tutti i dati e rielaborarli, volendo, succesivamente. C'è anche il sensore (fornito da Sensirion) che permette di controllare la qualità dell'aria (traccia composti organici volatili di vernici, prodotti per la pulizia, solventi) e ci allerta se ci troviamo in un ambiente malsano.

Il display Full HD può essere usato sia con i guanti che con le dita bagnate. A dispetto di quanto possa sembrare, le altre caratteristiche, quelle che lo accomunano a un normale smartphone, sono di tutto rispetto: la camera sul retro ha 16 megapixel e può registrare video 4K, quella frontale ha 8MP. Inoltre, ha un processore Snapdragon 630, 4GB di RAM e 64GB di spazio interno (espandibile), porta USB di tipo C e batteria da 4.500mAh che può essere caricata con Quick Charge 4.0.
La società ha promeso che il sistema operativo preinstallato (Oreo) sarà aggiornato ad Android P.
Il Cat S61, che costerà €900 circa, potremo vederlo dal vivo nel corso della settimana prossima al MWC di Barcellona.